Atto di affidamento al Santissimo Crocifisso dei Miracoli

Signore Gesù Cristo,

crocifisso e risorto per la nostra salvezza,

dal trono della croce riveli al mondo intero

la grandezza del tuo amore per noi.

Tu, che più volte hai salvato il popolo del Mugello,

ed ogni fedele che a te si è affidato,

dal male della peste e da ogni altra sventura,

effondi anche oggi su di noi l’abbondanza della tua misericordia.

A Te, sorgente infinita di grazia,

rivolgiamo le preghiere e le invocazioni di tutta l’umanità,

in questo tempo di particolare prova e sofferenza,

affidandoti in special modo gli abitanti di Borgo San Lorenzo,

di Firenze, delle città, dei borghi e dei paesi del suo territorio,

e di tutte le terre di Toscana.

Per Te, luce di eterna verità,

invochiamo il dono dello Spirito Santo

per le autorità pubbliche e civili

affinché si adoperino al meglio per il bene comune.

 

Da Te, sostegno di ogni vivente,

chiediamo, fiduciosi, grazia e forza

per i medici, gli infermieri, gli operatori sanitari e tutti i volontari:

siano motivo di sollievo e salute per i malati.

 

In Te, maestro e artefice di consolazione,

trovino conforto e sostegno ogni giorno

i sofferenti, gli infermi, quanti sono nel dolore

e tutte le loro famiglie.

 

Con Te, fonte di eterna pace,

raccomandiamo al Padre i defunti

a causa di questo morbo così violento

e tutti i deceduti per ogni altra patologia.

 

Di Te, modello di amore infinito,

si nutrano sempre, in spirito e verità,

tutte le comunità cristiane

in attesa di poter celebrare, nuovamente insieme, l’Eucaristia.

 

Signore Gesù Cristo,

per intercessione di Maria, Madre tua e Madre nostra,

aiutaci ad attraversare questa notte di dolore

e guida ogni nostro passo verso la luce della Risurrezione.

Amen.